Please enter your username and email address. Get new password
Register Now
x

Dailyrecord.co.uk: Interview with Josh Klinghoffer

00

YOU CAN READ THE ENTIRE ARTICLE AT www.dailyrecord.co.uk
By John Dingwall

ITALIAN TRANSLATION (CLICK HERE)

Josh ammette: “il concerto al T in the Park arriva durante una settimana curiosa, perché eravamo reduci da diversi spostamenti”.

“ Abbiamo viaggiato durante la notte da Mosca e siamo giunti al T in the Park e ci siamo trovati in una strana, triste e torbida giornata estiva dopo l’esperienza Russa. Non sapevamo cosa aspettarci”

“Sono rimasto un po’ sorpreso vedendo la ricomparsa del fango, anche se era una eventualità ragionevole al T in the Park. Ricordo di essermi divertito allo show, anche se l’audience era un po’ distante dal palco, cosa che non apprezzo. Io amo quando le prime file sono più vicine possibili alla band”

Klinghoffer torna anche sulla vicenda di Greg Gutfeld, il presentatore di Fox News che nei giorni scorsi aveva definito i Rhcp “la peggior band del pianeta”.

Josh replica: “Così come buona parte delle cose che commentano, l’hanno fatta in maniera imprecisa. Loro sanno di essere ridicoli. Non credo sia necessario dire che Fox News sia uno scherzo”

Dopo aver visto la jam session di Flea con il gorilla, Josh ha una parola scherzosa in merito alla alla presenza di questo nuovo rivale che potrebbe rubargli il posto nella band

“Ho sentito cosa stesse facendo Flea con quel gorilla Koko.Ero ad un matrimonio tra le montagne, così non ero perfettamente informato. Mi sembra di capire che sia stata un’esperienza magnifica, ma credo io non debba temere per il mio posto ”
Josh inoltre ammette di essere un po’ urtato da alcuni commenti online in merito a comparazioni con il precedente chitarrista della band, John Frusciante, il musicista che ha sostituito nel 2009.

Josh aggiunge: “Mi sento ancora come se fossi sotto attacco. Internet è un posto pericoloso. Non puoi far molto più che notare un commento cattivo su YouTube, quando tu sei lì magari a guardare una performance live di te stesso o qualche video vecchio su come la band era solita suonare una tot canzone. Ci sono anche un sacco di adorabili video, ma è divertente che le persone siano così insensibili e del fatto che pensino che significhi davvero qualcosa scrivere commenti negativi online. Tornando indietro con la mia mente, quando Flea inizialmente mi chiese di entrare nella band, io considerai ogni cosa – incluso ogni possibile attacco che io avrei subito da chi era devoto al mio predecessore. (Quando succede) tu devi tenere duro, ricordando a te stesso che sono pareri e non rispecchiano realmente l’opinione globale di ciò che pensano tutti – commenti positivi o negativi che siano. Ed è un discorso che si riflette anche nella nostra situazione politica. Le persone non hanno la giusta concentrazione e reagiscono in maniera strana ai commenti più bizzarri. Guarda Donald Trump. E’ un altro scherzo che se non prendiamo sul serio diverrà un grosso problema per tutti noi. Fortunatamente, non accadrà, saremo responsabili e le mentalità pacate prevarranno. E’ tutto un gran casino (ora).”

Parlando del concerto dei Peppers al SSE Hydro, aggiunge “non ho visto ancora il nostro nuovo palco, inizieremo con esso a Budapest tra qualche giorno e non vedo l’ora. E’ più o meno lo stesso Show, ma ci saranno canzoni diverse ogni sera e cercheremo di cambiare il più possibile. Attualmente abbiamo questo nuovo disco e quindi le scelte aumentano ed è sempre più difficile riuscire a trovare un equiibrio di setlist. Ci sono alcuni brani che sei certo che tutti vorrebbero ascoltare. La prima volta che venni in Scozia era il 2003, stavo suonando con Beck, e poi mi esibii con PJ Harvey un paio di volte l’anno successivo. Mi sono esibito qui qualche volta anche con gli Sparks. Facemmo un grande show all’isola di Skye. Ricordo che era il compleanno della manager della band, così tornammo tutti nel piccolo hotel dove pernottavamo, giusto davanti a Loch Ness e facemmo una festicciola di compleanno per lei intorno ad un pianoforte. Uno della band che era con noi era un asso al piano e noi cantavamo e bevavamo Whisky. ”

Riguardo la distanza dell’audience dal palco, un membro dell’organizzazione DF Concerts ha specificato: “ La distanza è dettata dalla burocrazia, al fine di ottenere la giusta sicurezza,, consentire il giusto spazio alla BBC per filmare lo show, dare un adeguato perimetro ai fotografi del pit, alla polizia e le ambulanze a supporto di circa 10000 persone.
E’ una situazione che rimane medesima per tutte le band che si esibiscono qui. ”

Josh said: “T in the Park came during a strange week because we had done a lot of travel.

“We had overnighted from Moscow so when we got to T in the Park it was a strange, gloomy, muddy summer’s day after we had just been in Russia. We didn’t know which way was up.

“I remember being a little surprised to return to the mud, though I guess you expect it from time to time up there at T in the Park.

“I remember having a good time at the show, though the crowd were quite a bit further away than usual, which I didn’t like. I like the crowd to be as close to the band as possible.”

Speaking exclusively to The Record, Klinghoffer also spoke about Red Hot Chili Peppers being described as “the worst band in the universe” last week by Fox News.

“Much like most of the things they report, they are quite incorrect about that, too. They know they are ridiculous. We don’t need to tell Fox News they’re a joke.”

“I heard peripherally that Flea was going to do that with Koko.

“I was at a girlfriend’s wedding in the mountains so I didn’t see it straight away. It looks like an amazing experience but it doesn’t look like I should feel threatened.”

He does admit, though, that he is stung by online abuse from fans of former Chili Peppers guitarist, John Frusciante, the man he replaced in 2009.

Josh added: “I still continue to get flak. The internet is a scary place.

“You can’t help but notice a nasty comment on YouTube when you go there to look at a live performance video of yourself or some footage of how the band used to play a song.

“There is lots of lovely footage too but it is funny that people can be so insensitive and think that it means something to post their negative comments online.

“In the back of my head, when Flea initially asked me to join the band, I considered everything – including all the flak I might get from people who are devoted to my predecessor.

“You have to keep reminding yourself that it is make believe and doesn’t really reflect the way everyone thinks – positive or negative. That’s why we are in such a strange political climate.

“People have no attention span and react strangely to whimsical comments.

“Look at Donald Trump. That’s another joke that if not taken seriously will be a huge problem for us all.

“Hopefully, it won’t happen and we’ll all keep cool heads, and calmer minds will prevail. It’s all such a mess.”

Looking ahead to the Chili Peppers gig at the SSE Hydro, he added: “I haven’t seen our new staging yet but we start with it in Budapest in a couple of days so I’m looking forward to that.

“It’s more or less going to be the same show but there will be different songs every night as we try to change them as much as possible.

“This band now have another record to choose from and there are so many songs that the band have in their career that it is hard to get everything in.

“There are certain songs you know everyone wants to hear.

“The first time I was in Scotland was in 2003, when I was playing with Beck, and I played with PJ Harvey a few times the following year.

“I played in Scotland with Sparks several times. I did a wonderful show with them on the Isle of Skye.

“It was the band manager’s birthday so we went back to the little hotel we were staying at right by Loch Ness and had a fun little birthday party for her around the piano.

“One of the guys with us was a great piano player so we sang songs all night and drank Talisker whisky.”

A DF Concerts source said: “The distance from stage to audience is dictated by health and safety regulations and to allow space for BBC filming requirements, pit photographers, security, first aid and so on for an audience of tens of thousands of people.

“This gap remains the same for all bands over the weekend.”